La Terra di Bari è ricca di ambienti ricavati nella roccia, buona parte di essi si trovano all’interno delle lame, la loro costruzione risale all’epoca neolitica e furono utilizzate sino al medioevo, quando prevalse la civiltà urbana. Molte di queste cavità furono utilizzate da monaci greci (Basiliani) tra il VIII ed il IX secolo d.C., che le trasformarono in chiese o Santuari.

Ti porteremo a conoscere, tra le altre, il Santuario di Santa Maria della Grotta, le grotte di San Giovanni dette anche “mapane”, la chiesa rupestre di Santa Candida.

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
Per evitare lo Spam, ti chiediamo di scrivere nella casella il risultato dell'operazione. Se non viene visualizzata l'operazione, clicca sull'immagine per sentirne il suono.
Click to hear an audio file of the anti-spam equation